OmnitechIT per lo sviluppo delle competenze digitali dei giovani

OmnitechIT per lo sviluppo delle competenze digitali dei giovani

Eugenio Nicotra, Silvia Celani & Maurizio Milazzo

Il 14. marzo, una bella giornata di sole ha visto la partenza della Milano Digital Week. I ragazzi della scuola ITT Ettore Molinari si sono presentati puntuali alle 9:00 di mattina per passare insieme agli esperti OmnitechIT e agli insegnanti una giornata di apprendimento.

Dopo un welcome OmnitechIT da parte di Eugenio Nicotra, Marketing, che ha accolto i ragazzi nella sede di Milano, la mattinata è stata scandita da un inizio frizzante e dinamico. La presentazione di Maurizio Milazzo, OmnitechIT Partner ed esperto di Digital Transformation e Silvia Celani, OmnitechIT Innovation Manager, che ha tracciato le linee guida di una tecnologia che migliora la vita creando opportunita’ di business per oggi e ancora a maggior ragione per le future generazioni.

L’incontro tra aziende e scuola è davvero un punto nodale per lo sviluppo e il progresso del nostro paese: il mercato del lavoro e delle imprese ha sempre più bisogno che ragazzi che dai 16/18 anni in poi si indirizzino verso le professioni come quelle di Data Analyst, programmatore e Project manager, che capiscano termini come Business Process management, Blockchain e Internet of Things.

Il Digital divide dell’Italia verso il resto delle economie avanzate e’ in effetti uno delle aree critiche che la settimana della MilanoDigitaWeek intende indirizzare e la disponibilità di OmnitechIT e’ un segno che va sicuramente nella giusta direzione.

I ragazzi sono subito entrati in sintonia con i relatori e le attività sono state ad alto indice di interazione. Non una presentazione a una via ma molte domande e molta cuirosità.

Tutto questo fa ben sperare: i ragazzi non sono quelli dipinti dai media: svogliati, pigri, assenti, sempre sul cellulare e forze anche un po’ viziati. Tutt’altro. Sono curiosi, sono intelligenti e vogliosi di essere protagonisti del loro tempo e del tempo che verrà’, gettando le premesse per la creazione di skills e professionisti 4.0.

Hanno solo bisogno di un mondo adulto, scuola e aziende per prime, che gli dia gli strumenti e lo spazio per avere una loro voce. Bella chiara e forte. Serve a loro, serve a tutti.